Yvan Beltrame
Yvan Beltrame

Gatti che dipingono (1)

Iniziamo con le storie di tre gatti-pittori: Princess, Charlie e Rusty, protagonisti di questi esempi.

Nella foto Princess (1986, Chicago) sta ritraendo il cane Boris, focalizzando l'attenzione sulla medaglietta verde che gli pende dal collare. La ripetizione dei segni verdi dà il senso dell'oscillazione della medaglietta mentre le verticali, marrone chiaro, rappresentano il pelo del cane. La tecnica di questa gattina è inserita nel cosiddetto Frammentismo elementare o Minimalismo, caratterizzato da un'economia di linee che riproduce soltanto l'essenziale della forma.

 

Charlie (1985, Sydney), invece, si cimenta in un lavoro ad acrilico in cui ripete i colori dello strofinaccio appeso vicino alla porta del frigorifero. Questo gatto dipinge gli oggetti che vede e li trasferisce, in modo veloce e realistico, soltanto sullo sportello di questo elettrodomestico, ignorando tutti gli altri - lavastoviglie, lavatrice, forno… -. Il motivo di questa scelta risale probabilmente a un episodio: quando aveva sei mesi Charlie restò chiuso per qualche ora dentro il frigo, quindi, modificando ogni volta la superficie bianca del frigo con i colori che interpretano altri oggetti, è come se allontanasse da sé la fonte e l'origine del trauma con cui è costretto a convivere: l'enorme e incombente frigorifero!

 

Prima di dipingere, Rusty (1986, Edimburgo), trascorre molto tempo ad annusare e a strofinarsi sull'oggetto che poi ritrae. La sua tecnica, definita come Impressionismo psicometrico, si sviluppa su vetro in quanto Rusty preferisce, oltre al contatto fisico con gli oggetti, poterli avere costantemente davanti agli occhi. Singolare come riesca sempre a scegliere, sulla tavolozza, i colori base degli oggetti che ritrae. I suoi padroni raccontano che tutto ciò che Rusty ritrae è collegato a episodi "rilevanti" della vita domestica familiare. Ad esempio, l'opera "Blue Bike Blues" del 1990 è sicuramente connessa al ricordo di un incidente provocato dal bambino più piccolo della famiglia che, con il triciclo, lo travolse mentre stava riposando placidamente in giardino.

Questi episodi sono solo alcuni esempi scelti dal materiale di ricerca raccolto da H. Busch e B. Silver, sui gatti che dipingono. Nel 1978 i due studiosi iniziarono a interessarsi del fenomeno, cercando di capire i motivi che portano i gatti a usare i colori e a tracciare con le zampette segni geometrici sulla polvere o sulla sabbia.

Una parte del materiale fu pubblicata, nel 1994, nel libro dal titolo Why cats paint, da cui ho tratto anche il seguente brano:

" (…) Il fine settimana seguente, in sette, affollammo la cucina della signora Day per vedere all'opera il suo gatto Tigger. Il gatto ne fu visibilmente infastidito: non entrò neppure in casa! Tre settimane dopo però, alla presenza di noi due, ci diede un rapido e tuttavia affascinante esempio della sua capacità artistica. Tigger restò a guardare la porta bianca del frigorifero per alcuni minuti, prima di avvicinarsi a uno dei piattini pieni di colore posti sul pavimento e, con la zampa, sfiorare leggermente la superficie della densa pittura in esso contenuta. Poi, in perfetto equilibrio sulle zampe posteriori, si sollevò e con il blu tracciò una delicatissima virgola, proprio vicino alla maniglia. Ripeté il motivo tre volte con colori diversi, uno sotto l'altro, quindi, lanciando appena un'occhiata alla sua opera, uscì con noncuranza dalla cucina per pulirsi le zampe. Tutta l'operazione, condotta da Tigger con una grazia spontanea, durò pochi minuti e fu come se nulla d'insolito fosse accaduto".

 

Nel libro di H. Busch e B. Silver sono presentate le ricerche di alcune Università americane e inglesi sull'argomento, in altre parole, sulla capacità dei gatti di... dipingere. Tutte le ricerche mirano a capire se il comportamento dei gatti-artisti dipenda dall'istinto di delimitare il territorio o se si possa parlare di un loro senso estetico. Comunque sia, alcuni dipinti eseguiti dai mici lasciano davvero a bocca aperta. 

1 Princess che dipinge il ritratto del cane
2 Charlie che dipinge sul frigorifero
3 Rusty che dipinge su vetro

continua

Stampa Stampa | Mappa del sito
© Serenella Minto